Corso di sceneggiatura RAI-Script

Cari amici che ci seguite e che ci avete chiesto notizie del nuovo corso di sceneggiatura Script-Rai, vi comunichiamo che quest’anno il corso, che iniziava tradizionalmente a gennaio, non ci sarà.

Avremo cura di avvisarvi su questo sito, con ragionevole anticipo, della prossima eventuale edizione.

 

 

 

 

Da quasi venticinque anni, Dino Audino editore si occupa di formazione nello spettacolo – dal teatro al cinema, dalla scrittura creativa ai nuovi media – attraverso testi scritti da professionisti del settore italiani o stranieri

 

"Accade un fatto strano - disse una volta Turghenev - un compositore studia armonia e teoria delle forme musicali, un pittore non dipinge senza sapere qualcosa dei colori e del disegno, l'architetto poi non ne parliamo neanche. Invece quando uno decide di cominciare a scrivere crede che non sia necessario imparare alcunché e che saper mettere in fila sulla carta le lettere dell'alfabeto sia sufficiente per essere uno scrittore".

 

A partire dalla profonda convinzione che il talento da solo non basta, ma che ogni forma d’arte richiede uno studio e una tecnica che possono essere trasmessi solo da professionisti del settore che abbiano una vocazione all’insegnamento e un approccio pratico, la nostra casa editrice da anni porta avanti una politica culturale finalizzata alla formazione delle nuove generazioni.

 

Infatti accanto all’attività della casa editrice, dal 1992 esiste la rivista di sceneggiatura Script e dal 1995 queste due realtà formative hanno generato il corso di formazione e perfezionamento per sceneggiatori Rai/Script, gratuito e accessibile tramite dura selezione di cui quest’anno si svolge la XIV edizione. La sinergia tra questi tre strumenti formativi crediamo abbia contribuito non poco a modificare quell’atteggiamento tipicamente italiano, dovuto alla presenza di una forte cultura tardoromantica e crociana, per cui il talento basta a sé stesso e la tecnica non è cosa importante.

 

Si tratta di fare formazione, parola tanto presente nei discorsi politici ma ancora più presente nei tagli dei bilanci.

 

Questa passione, questa esperienza e queste convinzioni sono alla base del nostro sforzo organizzativo attuale, affinché la gran parte dei manuali di Script si trasformi in esperienza dal vivo, e gli autori in carne e ossa si offrano al pubblico con dei corsi di formazione che continueremo a promuovere.

 



Prossime uscite
next
Di Christopher J. Bowen, Roy Thompson. Traduzione di Jusi Loreti
Il manuale che spiega quando e perché tagliare
19.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 2/4/2015
Il manuale che spiega quando e perché tagliare
prev
Avvisi ai naviganti
Per il compleanno del caro amico Peter (Brook)
06/03/2015 -

 Il 21 marzo prossimo compie novant’anni il maggior regista teatrale vivente, Peter Brook.

In questa occasione mandiamo in libreria l’edizione italiana di The Quality of Mercy col titolo La qualità del perdono, Riflessioni sul teatro a partire da Shakespeare.

Un piccolo grande libro - curato nell’edizione italiana da Pino Tierno - composto da brevi saggi che si apre con una argomentata e arguta difesa dell’identità del drammaturgo inglese contro le stravaganti teorie di coloro che ritengono Shakespeare un semplice prestanome, di fatto un impostore.

Da uomo di teatro Brook argomenta brillantemente e ironicamente l’impossibilità di simili congetture a cominciare dal fatto che una simile impostura difficilmente avrebbe potuto reggere di fronte alle pratiche quotidiane del teatro. E contro le lingue taglienti e libere dei coevi scrittori attori, suggeritori e addetti varii.

Scorrendo le pagine si rivivono con lui le messe in scena di Romeo e Giulietta, Tito Andronico, Misura per misura, Amleto, Re Lear, La Tempesta, Sogno di una notte di mezza estate: pagine dense di riflessioni e di acute intuizioni, ma anche di dettagli intriganti sulle performance, nonché un po’ di storie di divertenti pettegolezzi teatrali.